MegaSearch.co

Marco+Balzano+-+Pronti+a+tutte+le+partenze+%282013%29.epub

Dead link Copyright Rosalia
Openload
911 KB
08-31-19
1

Similars files

Keywords

ddl Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, dvdrip Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, truefrench Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, regarder Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, voir Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, streaming Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, download Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, télécharger Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, fichier Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, file Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, mega Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, film Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, movie Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, gratuit Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload, free Marco Balzano Pronti tutte partenze Openload.

Add a comment


Comments list

Rosalia
08-31-19 10h53am
Marco Balzano
Pronti a tutte le partenze

Pronti a tutte le partenze è la storia di un lento, agitato risveglio. Sprofondati in una sonnolenza che genera mostri, i protagonisti del romanzo cercano il coraggio di sfidare il mondo per affrontare ognuno le proprie battaglie, e vincere in fondo la stessa guerra.
Il trentenne, in Italia, è un prodotto tipico, un articolo originale. Forse non esiste altrove un carattere altrettanto paradossale, forgiato dalla storia e dallo spirito dei tempi, sospeso tra un’eterna e spossante giovinezza e un’infinita e immutabile anzianità, magari dello spirito più che del corpo. Giuseppe, il protagonista di questo romanzo, vive con consapevole, moderata impazienza tale esitazione indefinita. È insegnante precario alle scuole superiori di Salerno e provincia, ha studiato Lettere con passione a tratti démodé, ha vinto un dottorato ancora da terminare e Dante è l’amata materia della sua specializzazione. Non appena avrà un lavoro fisso vuole sposarsi con Irene, con cui è fidanzato da qualche anno. La casa è quasi pronta, la testa è a posto, e invece i guai arrivano tutti assieme.
Irene lo tradisce e lo lascia su due piedi, il Ministero della Pubblica Istruzione gli taglia le supplenze di italiano e latino. Per fortuna Giuseppe ha una famiglia concreta, madre umile e tenace, padre col cuore da rivoluzionario e cervello pieno di buon senso. Ed è proprio papà Vittorio, mentre Giuseppe è sotto la finestra della ex fidanzata a lanciare sassi, che convince il figlio a cambiare aria e ad accettare un incarico di tre mesi nel Nord, a Milano.
Lassù di mondo se ne apre un altro. La metropoli appare fosca, la scuola mediocre, gli studenti disattenti. Giuseppe si trova a vivere con tre ragazzi: un ingegnere cinese impiegato come tecnico in una multinazionale; un marocchino che ha la moglie in patria e fa il cameriere in un ristorante siciliano; un professore precario come lui, che viene dalle zone terremotate dell’Abruzzo.
Diversissimi per origine, cultura, formazione, i quattro si scoprono tremendamente simili: guadagnano lo stesso niente, condividono il medesimo nulla e nutrono un identico scontento.
Il mercato del lavoro e della disoccupazione ha di fatto realizzato l’uguaglianza sociale, annullato le distanze, livellato i desideri e le speranze. I quattro allora si prendono a cuore a vicenda, si assistono, alimentano un fuocherello e poi un’energia che forse può diventare una insperata forza di reazione. Tanto da spingerli a un lento e agitato risveglio da una sonnolenza che genera mostri, alla ricerca del coraggio di affrontare ognuno le proprie battaglie, e vincere in fondo la stessa guerra.